Vanotu


Vanotu è il più prestigioso tra i nostri vigneti, quello che nel 1960 ci ha regalato le prime bottiglie. Si tratta di un terreno situato tra i 300 e i 350 metri di altitudine, esposto completamente a sud e situato nella chiusura naturale di una delle più belle colline della zona del Barbaresco. Geograficamente si colloca sul confine dei tre comuni della zona di produzione del Barbaresco.

La parte più alta si trova nel comune di Barbaresco, nella sottozona denominata Tre Stelle ed è la prima ad essere stata ripiantata da Luigi Pelissero nel 1964. Accoglie anche una vecchia casa colonica in fase di ristrutturazione per la creazione di una piccola struttura recettiva. Sotto questa porzione, a valle della strada provinciale, si estende la parte del vigneto appartenente al Comune di Treiso, nella sottozona denominata Marcarini. Percorrendo il vigneto verso est si entra infine nella porzione del Comune di Neive, la più piccola delle tre, nella sottozona denominata Basarin. Incrocio naturale di tre paesi, tre cuori pulsanti per l'intera economia di questo splendido territorio.

Il microclima è ventilato con scarsi problemi di muffe grazie alla allocazione nella parte alta della collina, questo garantisce un regolare decorso stagionale anche nelle annate non proprio favorevoli. Il terreno particolarmente ricco di calcare dà origine a vini morbidi, eleganti, suadenti e carichi di personalità, sempre molto espressivi delle singole annate attraverso le note di salvia, menta, rosa, camomilla, timo e una moltitudine di erbe aromatiche che solo alcuni terreni di Langa riescono ad esprimere.